Calcolare la grandezza del campione

Fournel I, Tiv M, Hua C, Soulias M, Astruc K, Aho LS (2010). “Randomisation and sample size for clinical audit on infection control”. Journal of Hospital Infection, vol. 76, 292-295

Gli autori appartengono all’Unita’ di Igiene dell’Hopital du Bocage a Dijon. Essi affrontano in maniera statisticamente fondata alcune questioni relative al dimensionamento del campione per un Audit Clinico. Viene smentito l’assunto, ormai del tutto obsoleto, che “30-50 cartelle esaminate possano essere sufficienti per un Audit” (ANDEM 1994). Il calcolo di questo numero dipende, invece, soprattutto dal livello di confidenza scelto e dalla percentuale attesa di compliance. Lo si puo’ verificare velocemente con calcolatori disponibili online (p.es. http://www.raosoft.com/samplesize.html).
L’articolo mette in evidenza vantaggi e svantaggi di diversi metodi di campionamento quando si voglia valutare lo stesso criterio in un intero ospedale: tutti i pazienti di una sola UO, pazienti random di diverse UU.OO., pazienti random da tutte le UU.OO., pazienti random a livello dell’ospedale. Viene evidenziato anche l’impatto dell’effetto cluster, dato dalla tendenza all’omogeneita’ di comportamenti professionali nella stessa U.O. Non e’ del tutto condivisibile, invece, l’assunto che la verifica del lavaggio delle mani sia un tema per Audit Clinico sensu stricto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...