Chi individua piu’ eventi avversi ? il computer o l’uomo ?

Tinoco A, Evans RS, Staes CJ et al (2011) “Comparison of computerized surveillance and manual chart review for adverse events” J Am Med Inform Assoc 18 (4) 491-7

Gli autori afferiscono al Dipartimento di Informatica Biomedica dell’Universita’ dello Utah. Essi volevano verificare se un sistema computerizzato individua piu’ o meno eventi avversi dalla documentazione sanitaria rispetto ad una revisione manuale delle cartelle. Gli eventi ricercati erano “reazioni avverse da farmaci” e “infezioni ospedaliere”, su 2137 pazienti. Il computer individuava quasi tre volte il numero di infezioni, ma non riusciva a scoprire quelle descritte nel diario medico, mentre per le reazioni avverse la percentuale era circa equivalente. La concordanza fra i due metodi non puo’ che dirsi molto bassa: 26% per le infezioni e 3% per le reazioni avverse. La fonte piu’ proficua di notizie utili sembra essere la lettera di dimissione. Un software di elaborazione del linguaggio dei medici potrebbe essere di aiuto, secondo gli autori.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...