Adesione alle linee guida sui cateteri urinari (con un esercizio didattico a cura di Mary Pearce)

Bhardwaj R, Pickard R, Rees J. Documented aderence to standards and guidelines: an audit. Br J Nurs 2010 (Continence Care Supplement). 19 (18), S26 – S30.

Gli autori lavorano a Newcastle-upon-Tyne, all’Universita’ (Pickard) e in ambito infermieristico dell’Ospedale Universitario (Bhardwaj e Rees). Nella terza settimana di Giugno 2009 hanno effettuato una ricognizione negli 80 reparti di degenza per verificare l’adesione alle Linee Guida “EPIC” sui cateteri urinari (EPIC Guidelines for Preventing Healthcare Associated Infections, Journal of Hospital Infection, 2001, 47 suppl.) con uno strumento proposto dal Department of Health: Saving Lives High Impact Intervention n.6. Urinary catheter bundle (2007).
Su 1187 pazienti ricoverati, 172 (pari al 14.5%) erano cateterizzati al momento della rilevazione. Tutti usavano un sistema chiuso o uno con valvola. Per l’89% di questi c’era documentazione scritta. 118 pazienti portavano il catetere da piu’ di tre giorni, per l’81% era documentato il motivo di questa pratica. Il 4.5% dei pazienti cateterizzati al momento della rilevazione aveva un’infezione urinaria documentata e trattata. Gli autori ritengono che la prevalenza della cateterizzazione come anche quella delle infezioni si collochino al di sotto di quelle riportate in letteratura ed indicano la necessita’ di migliorare l’aspetto documentale.

Alla lettura di articoli o report come questo ci si chiede spesso “ma questo e’ veramente un audit clinico ?” La newsletter ha criticato, non di rado, l’inflazione nell’uso del termine “audit clinico”, in Italia e altrove. Con l’aiuto di Mary Pearce di Healthcare Quality Quest, abbiamo riletto l’articolo di Bhardwaj et al., ponendoci alcune domande che possono dirimere questo dubbio e che possono essere applicate dai lettori anche in altri casi nei quali abbiano tale dubbio.
(i) Lo scopo del lavoro e’ incentrato sulla qualita’ o la sicurezza delle cure ?
– Si, il gruppo voleva conoscere il grado di adesione a linee guida e standard relative all’assistenza per pazienti con cateteri urinari, partendo dal livello della documentazione. Gli scopi del lavoro erano di determinare la prevalenza e la coerenza con gli standard, e di individuare opportunita’ per ridurre il rischio di infezioni urinarie.
(ii) Il lavoro e’ stato svolto per confermare una buona pratica corrente o migliorarla se necessario ?
– Si, il gruppo voleva conoscere la pratica corrente; era, comunque, implicito che azioni di miglioramento dovevano seguire in caso di scostamenti.
(iii) Sono definiti criteri, indicatori e standard o linee guida, cui ci si riferisce ?
– Si, in particolare, le linee guida EPIC e lo strumento del Ministero.
(iv) Criteri, indicatori e standard vengono confrontati con la pratica corrente ?
Si, con l’aiuto dello strumento del Ministero.
(v) E’ chiaro che il gruppo voleva migliorare la pratica corrente se necessario ?
– Si, la raccolta dati degli autori costituisce una utile baseline che puo’ servire per miglioramenti tramite attivita’ di formazione e regolare sorveglianza. Sono state enunciate raccomandazioni per l’implementazione e un re-audit.
(vi) E’ quindi un audit clinico ?
– Fino a qui si, ma non e’ completo. Non e’ documentato il miglioramento: alle azioni ed ai relativi dati viene fatto cenno, ma le azioni di miglioramento devono ancora avvenire.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...