Cochrane Review “Audit and Feedback” 2012

Ivers N, Jamtvedt G, Flottorp S, Young JM, Odgaard-Jensen J, French SD, O’Brien MA, Johansen M, Grimshaw J, Oxman AD. Audit and feedback: effects on professional practice and healthcare outcomes. Cochrane Database of Systematic Reviews 2012, issue 6. Art. No. CD000259.

Avevamo chiuso la revisione della letteratura internazionale nel mese scorso con la frase “aggiungiamo questo ulteriore lavoro al mosaico sull’efficacia dell’audit clinico, per discutere in futuro, in maniera critica, le affermazioni della Cochrane Collaboration in merito, che sembrano sempre piu’ fragili”, e proprio negli stessi giorni e’ uscita la nuova revisione della Cochrane Collaboration su “Audit and Feedback”.
Le due edizioni precedenti erano del Febbraio 2009 e del Febbraio 2006. Il gruppo degli autori e’ aumentato da 5 a 10, i nomi storici sono rimasti; si e’ aggiunto anche J. Grimshaw, noto per alcuni importanti lavori sull’efficacia di interventi per il cambiamento del comportamento. Gli autori sono canadesi, norvegesi e australiani; non ci sono autori dal Regno Unito.
Riportiamo di seguito i passaggi piu’ importanti dell’abstract, che e’ reperibile in tutta lunghezza su PubMed.
“Background: Audit e feedback viene largamente usato come strategia per migliorare la pratica professionale, sia da solo che come parte di complessi interventi per il miglioramento della qualita’. Cio’ si basa sulla convinzione che i professionisti della sanita’ siano pronti a modificare la propria pratica quando gli viene dato il feedback che mostra che la loro pratica non e’ coerente con un target desiderato. Nonostante la sua diffusione come strategia per il miglioramento della qualita’, rimane dell’incertezza sulla reale efficacia di audit e feedback nel miglioramento della qualita’ in sanita’ e sulle caratteristiche di audit e feedback che portino ad un maggiore impatto.
Obiettivi: valutare gli effetti di audit e feedback sulla pratica dei professionisti della sanita’ e sugli esiti per i pazienti ed esaminare i fattori che potrebbero spiegare la variabilita’ nell’efficacia reale di audit e feedback.
Strategie di ricerca, criteri di inclusione, raccolta dati e analisi […]
Principali risultati: Abbiamo incluso ed analizzato 140 studi per questa revisione. Nelle analisi principali, un totale di 108 confronti da 70 studi paragonavano interventi in cui audit e feedback fosse una componente essenziale con la pratica clinica abituale e valutavano gli effetti sulla pratica professionale. Dopo aver escluso gli studi con alto rischio di bias, rimanevano 82 confronti in 49 studi con esiti dicotomici, e la mediana aggiustata [..] era del 4.3% di incremento assoluto nella conformita’ della pratica professionale con quella desiderata. … Una meta-regressione multivariata indica che il feedback e’ piu’ efficace quando la performance di partenza e’ bassa, quando la fonte del feedback e’ un supervisore o collega, quando il feedback viene dato piu’ di una volta, sia in forma verbale che scritta, e quando include sia i target espliciti che i piani delle azioni. …
Conclusioni: audit e feedback comporta generalmente dei piccoli, ma potenzialmente importanti miglioramenti nella pratica clinica. L’efficacia reale sembra dipendere dalla performance di partenza e dalla modalita’ del feedback. Studi futuri di audit e feedback dovrebbero paragonare direttamente i diversi canali del feedback.”
Alcune considerazioni a caldo:
(a) il giudizio complessivo e’ cambiato: nel 2009 era “effetti da piccola a moderata entita’”, nel 2012 e’ “miglioramenti piccoli ma potenzialmente importanti”; chiederemo ai conoscitori di questo linguaggio se si tratta di un declassamento o di una promozione (sembra avere a che fare con le agenzie di rating);
(b) rispetto al 2009 e’ stato introdotto un nuovo quesito di ricerca: “quali sono i fattori chiave che spiegano la variabilita’ dell’efficacia reale di audit e feedback ?”
(c) l’uso del singolare nell’abstract non e’ un errore di traduzione; gli autori usano sempre il singolare come se “audit e feedback” fossero una cosa unica, sarebbe quasi piu’ coerente scrivere “auditefeedback”. Abbiamo criticato recentemente, nella rubrica “leggende metropolitane” questa visione riduttiva (Newsletter n. 9). E’ curioso che 3 degli stessi autori nel 2005 avevano pubblicato un lavoro dal titolo “Cosa sappiamo su come fare audit e feedback? Le trappole nell’applicazione delle evidenze di una revisione sistematica” in cui loro stessi evidenziavano che delle 27 attivita’ in cui il testo classico del NICE suddivide un ciclo di audit, Cochrane prende in considerazione solo 5. Infatti, anche ora essi definiscono audit e feedback come “ogni riassunto di performance sull’assistenza sanitaria per un periodo definito di tempo.”
(d) i lavori di Hysong e van Leersum, che abbiamo segnalato nella newsletter, non sono entrati nella analisi dei dati, perché non si trattava di trial randomizzati.

Fino a qua i fatti. Usero’ probabilmente il mio blog per esprimere una mia opinione in merito. Ogni contributo dei lettori della newsletter e’ ben accetto.

Riferimenti:
– Jamtvedt G, Young JM, Kristoffersen DT, Thomson O’Brien MA, Oxman AD. Audit and feedback: effects on professional practice and health care outcomes. The Cochrane Database of Systematic Reviews 2003, Issue 3.
– Jamtvedt G., Young J.M., Kristoffersen D.T., O’Brien M.A., Oxman A.D. Audit and feedback: effects on professional practice and healthcare outcomes (Review). Cochrane Database of Systematic Reviews 2006 Apr 19;(2):1-24.
– idem, rivista e manutenuta in: The Cochrane Library 2009, Issue 2
– Grimshaw J.M., Shirran L., Thomas R, Mowatt G, Fraser C., Bero L.A. Changing provider behavior: an overview of systematic reviews of interventions. Medical Care 2001;39(suppl 2):2-45.
– Grimshaw J.M., Thomas R.E., MacLennan G., Fraser C., Ramsay C.R., Vale L., et al. Effectiveness and efficiency of guideline dissemination and implementation strategies. Health Technology Assessment 2004;8(6).
– Hysong SJ. Meta-Analysis: Audit and Feedback Features Impact Effectiveness on Care Quality”. Medical Care 2009, 47, 3, 356-363.
– Van Leersum NJ, Kolfschoten NE, Klinkenbijl JH, Tollenaar RA, Wouters MW. ‘Clinical Auditing’, a novel tool for quality assessment in surgical oncology. Ned Tijdschr Geneeskd. 2011. 155 (45) A4136.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...