Clinical Audit for improvement – London Febbraio 2014

Si è tenuto a Londra il 14.o Convegno “Clinical Audit for Improvement” (il titolo è cambiato leggermente nel corso degli anni), nei giorni 26 e 27 Febbraio. La location era la stessa del 2013, il numero dei partecipanti si era ridotto in maniera significativa: 64 iscritti cui bisogna aggiungere un numero cospicuo di relatori ed espositori.
Già il primo relatore, Richard Arnold di NHS England, rilanciava fortemente gli audit nazionali: devono essere allineati con le priorità del NHS e con altre attività nazionali e devono considerare il value for money. Per Arnold gli audit rappresentano uno di 7 elementi del Quality Framework: chiarire (Nice), misurare (audit), pubblicare (quality accounts), gratificare, leadership, innovare, tutelare.
Mandy Smith di HQIP annunciava una completa revisione del ricco materiale di supporto (almeno 30 documenti) che ora saranno più coerenti fra di loro. Verrà rivisto il documento “Criteria and Indicators”, peraltro tradotto anche in italiano:
http://www.ospfe.it/il-professionista/audit-clinico/audit-clinico/Criteri_buon_audit.pdf
Il contratto standard del NHS con le strutture sanitarie prevede ora: (a) la partecipazione obbligatoria ad audit nazionali, (b) la implementazione delle raccomandazioni, (c) la fornitura dei dati a livello di singolo medico.
Cormac Kelly, ortopedico e clinical lead for audit, parlava di 12 anni di esperienze, focalizzando l’attenzione soprattutto sull’action plan, termine ricorrente durante il convegno. A suo avviso gli action plan sono:
– poco top-down
– poco legati al risk management
– poco legati alle “vere” esigenze (real issues) delle strutture
– poco supportati da input dei pazienti
-poco valutati con aiuto statistico.
Interessante anche OICAN: Orthopaedic International Clinical Audit Network. http://www.oican.org/
A dire poco sorprendente l’intervento di Sir Mike Richards, Chief Inspector della Care Quality Commission da Luglio 2013. L’obiettivo del CQC è quello di ispezionare entro Dicembre 2015 tutti gli ospedali britannici, valutando 8 aree cliniche (Emergenza, Medica, Chirurgica, Critical care, Maternità, Pediatria, End of Life, Ambulatori). I team di visita sono composti da circa 30 persone, le visite possono essere annunciate e non annunciate. Manca qualsiasi riferimento teorico e metodologico per questo tipo di visite, non c’è formazione dei valutatori. Gli audit clinici (soprattutto nazionali) vengono presi in esame per valutare aspetti diefficacia e per redigere performance rankings.
La seconda giornata veniva aperta dall’intervento di Val Moore del NICE che presentava i Quality Standards: http://www.nice.org.uk/guidance/qualitystandards/qualitystandards.jsp
“Laddove possono, i quality standards aiuteranno a costruire futuri audit nazionali”.
Nick Black, che parlava subito dopo, rinforzava il messaggio: “nei nuovi audit nazionali gli standard di NICE devono essere in cima.”
L’atteso intervento di Danny Keenan, Medical Director di HQIP, verteva anch’esso sugli audit nazionali, al momento sono attivi ben 54, di cui 34 con finanziamento pubblico. “Siamo i campioni mondiali negli nazionali!” Keenan definiva anche i criteri di priorità per futuri audit nazionali:
– efficacia (evitare decessi prematuri, aumentare la qualità della vita, aiutare la ripresa dopo eventi traumatici o di malattia)
– esperienza positiva delle cure da parte dei pazienti
– sicurezza (strutture sicure, protezione da danni evitabili).
Lo stesso Keenan si è dichiarato anche fautore della pubblicazione dei dati di outcome per singoli chirurghi.
Nell’atrio del convegno, fra gli altri erano presenti stand di HQQ, CASC e NICE. Quest’ultimo presentava nuovamente i “Clinical Audit Tools”, la cui sola elencazione prende ormai 22 pagine. Un’introduzione al loro uso si trova qua: http://www.nice.org.uk/usingguidance/implementationtools/clinicalaudit.jsp
Altri resoconti del convegno londinese:
Twitter: #clinicalaudit2014
CASC: http://www.clinicalauditsupport.com/newsletter/2014_3.html

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...