Hardyment: Peer group analysis (1971)

Hardyment AF. Peer-group analysis–a form of medical audit: its role in continuing medical education. Can Med Assoc J. 1971 Jun 19;104(12):1104–6.
Con la lettura di questo articolo facciamo un salto indietro, rispetto alle letture delle newsletter 28 e 25, e torniamo oltre oceano, in Canada. AF Hardyment, illustre pediatra di Vancouver, critica in questo articolo sul CMA Journal, al quale spesso contribuiva, la autoreferenzialità della classe medica: “la professione medica afferma che ha le conoscenze e capacità per fornire cure sanitarie. In genere, il resto della società accetta questa affermazione, ma si aspetta che dovremmo supportare la nostra posizione dimostrando certe caratteristiche… Dovremmo impegnarci in autovalutazione, autocritica e autodisciplina”. Hardyment mette poi in evidenza le criticità della Educazione Continua Medica (CME ovvero ECM), puntando sul carattere passivizzante e “content-oriented” di molte iniziative di formazione. Come alternativa egli propone “un gruppo di pari, composto da componenti del personale ospedaliero che conduce un audit medico interno.. che consiste essenzialmente nell’esame di cartelle cliniche da parte di una commissione interna riconosciuta, ed un confronto fra la gestione di questi casi con standard condivisi dai colleghi”. I riferimenti teorici di Hardyment sono Codman (1914) e Lembcke (1967).
Al di là di facili battute sulla attualità della critica a certa Formazione Continua, possiamo affermare alcuni capisaldi:
– l’audit medico, a pochi anni dopo i lavori di Lembcke (vd. newsletter 23), era conosciuto anche in Canada,
– è evidente l’intento di usare l’audit come strumento per la crescita professionale, caratteristica che nei decenni successivi a volte ha rischiato di perdersi a favore dell’impiego come valutazione/ controllo,
– l’audit viene contrapposto ad altre iniziative di controllo top-down e ne viene sottolineato il carattere “fra pari”.
Chi voglia approfondire la lettura sulla peer-review è invitato a leggere due capitoli dell’ebook sull’audit clinico di recente pubblicazione (disponibile anche su http://www.ospfe.it): “Peer review”, come metodo affine, e “Audit Clinico in Medicina Generale”, come uno dei principali campi di impiego della peer-review.
Infine segnaliamo la revisione sistematica di 208 lavori pubblicati sulla peer-review, che si trova a titolo gratuito in rete:
Travaglia, J., Debono, D. Peer review in medicine: a comprehensive review of the literature. Sydney, Australia: Centre for Clinical Governance Research in Health.; 2009. 139 p.
Disponibile su: http://clingov.med.unsw.edu.au

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...